Penale

Obbligo di mantenimento e impossibilità

La norma contenuta nell’art. 12 sexies della L. 898/1970, la quale dispone che al coniuge obbligato che non corrisponda l’assegno di mantenimento fissato con la sentenza di divorzio si applicano le pene previste all’art. 570 c.p., sanziona penalmente il mero inadempimento di tale obbligo, senza tuttavia escludere la rilevanza di un’eventuale incapacità economica dell’obbligato non derivante da sua colpa.
Da tale principio, corroborato dal brocardo “ad impossibilia nemo tenetur“, richiamato dalla Suprema Corte di Cassazione nella sentenza n. 45273/2008 dell’11.11.2008 (sez. VI penale), discenderà la non responsabilità penale in capo al coniuge che non corrisponda l’assegno divorzile, quando l’inadempimento derivi da fatto a lui non imputabile.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...